giovedì 18 agosto 2011

Lo sgranatore per il mais


Ed ecco qua un altro attrezzo utile per gli autoproduttori incalliti. Chi coltiva mais per il proprio consumo personale, conosce bene la fase in cui si sgranano le pannocchie, fase lenta e accompagnata spesso da dita spellate e vesciche. 

Con questo utile manodomestico (cioè un utensile che va mano e non a elettricità) si possono facilmente sgranare le pannocchie, separando in automatico le cariossidi (cioè i chicchi) dal tutolo, che è praticamente il "torsolo" della pannocchia. Ovviamente questa cosa va fatta non con le pannocchie fresche appena raccolte, ma dopo che le stesse sono state essiccate per bene e i chicchi sono duri.
Lo sgranatore è molto robusto ed è fatto in modo che potete fissarlo a una cassettina di legno: in questo modo i chicchi verranno raccolti direttamente nella cassetta e non rotoleranno in giro per la cucina.

Poi una bella macinata con il mulino ed ecco qua pronta un'ottima farina per la polenta delle prossime grigliate estive!
Dimenticavo: per le vostre grigliate potete utilizzare anche i tutoli che avete ricavato da questa operazione. Dato che le loro braci durano a lungo e non si sbriciolano facilmente, sono infatti considerati un efficace combustibile per fare grigliate, al posto del legno o della carbonella.

Come sempre, non si butta via niente!

2 commenti:

  1. salve le faccio i miei complimenti sono interressato per l'acquisto del vostro sgranatore per il mais mi servono indirizzi, numeri di tel, anche e-mail greazie infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, io l'ho preso su ebay, provi a vedere su questo sito

      Elimina