venerdì 5 luglio 2013

Venire al mondo e dare alla luce

In questi giorni molte nascite si stanno attendendo, molte sono avvenute.
Penso in particolare a Barbara, che qualche giorno fa ha dato alla luce la  piccola Maria. Penso soprattutto al suo desiderio di poter garantire alla  bambina, ma anche a se stessa e al proprio compagno, una nascita indisturbata e il più possibile in armonia con la Natura.
Così, avvolta in questi pensieri, ho ripreso in mano questo libro, "Venire al mondo e dare alle luce" di Verena Schmid (Edizioni URRA), che per me è stato una guida indispensabile.

Quando l'ostetrica, durante le prime settimane di gravidanza di Angela, me ne aveva parlato, ho subito capito che questo libro sarebbe diventato una pedina importante per me e per come avevo in mente gravidanza e parto.

Dico non a caso "per me", perchè è un libro molto particolare, che affronta parto e gravidanza secondo una visione estremamente legata alla Natura, agli elementi, alle energie sottili, al percorso iniziatico che il parto rappresenta. Tutte cose in cui io personalmente credo, ma che non tutti potrebbero trovare adatte al proprio sentire.

Il libro contiene anche un bel capitolo sul "Diventare padre" e sul "Ricevere un fratellino o una sorellina".
Uno dei capitoli che avevo trovato più interessanti è quello dove si parla della paura, ad esempio...

"la paura dell'incognita;
la paura di dover affrontare una parte di te ancora sconosciuta, da risvegliare;
la paura del nuovo;
la paura di quello che il bambino ti porta nella vita;
la paura di morire, sia come indentità che fisicamente;
la paura della separazione."

Tutte paure normalissime, per affrontare le quali Verena Schmid indica una grande fonte di fiducia: il bagaglio millenario che possediamo.

"Sei una donna.Sei dotata della capacità di concepire, di crescere, partorire e allattare un bambino e di crescere e rinforzarti attraverso questo processo profondamente creativo. Il tuo corpo e la tua psiche sono costruiti per espandersi al punto da far emergere una nuova creatura da te e accoglierla.
Sanno svolgere il loro compito alla perfezione, se lasciati fare. Niente può essere fatto dall'esterno per migliorare un processo già perfetto nella sua natura come la gravidanza e il parto."

"Il corpo chiama. Vuole farsi terra, portare frutti. E il cuore s'infiamma di desiderio.
L'antica potenza generativa erompe e ti fa tremare di orgoglio, di paura nella profondità segreta di te. L'anima vola alta per incontrarti bambino mio e portarti giù, vestirti di carne.
Tu donna ti fai canale per portare la vita, per portare l'amore. Ti espandi, ti contrai con gioia e dolore, fiducia e paura, forza e debolezza, potenza e vulnerabilitá, che danzano in te, ti attraversano, dirette dall'amore che ti spalanca. Fino ad accogliere, stringere tra le braccia il bene più prezioso della vita e richiuderti attorno a lui, nuova." - See more at: http://www.vogliocredereneimieisogni.com/2011/08/venire-al-mondo-e-dare-alla-luce-di-v.html#sthash.MSkIlIbw.dpuf
Ecco, io ho avuto la possibilità, la fortuna, il dono di dare ai miei figli una nascita indisturbata, accolti nel calore della nostra casa. Penso che un pochino sia merito anche di questo libro.

L'ho letto ben tre volte: durante la prima gravidanza, dopo il parto (mi è stato utilissimo per comprendere certe cose) e durante la seconda gravidanza.
Ora lo sto addocchiando da qualche giorno, perchè, come forse qualcuno avrà notato sul blog, sono in attesa del terzo figlio, che nascerà a novembre.
La mia speranza è quella di poter concedere anche a lui lo stesso arrivo dolce di Angela e Leonardo.

Verena Schmid è ostetrica, promotrice della nascita fisiologica, autrice di svariati libri.

3 commenti:

  1. Mi accorgo adesso della bellissima novità!!!!!!
    Auguri di cuore.

    RispondiElimina